cs 168 Il vescovo ordina due preti: un seminarista e un eremita del Monte Rua

Sabato 2 giugno, ore 16.30, Padova

Sabato 2 giugno, in basilica Cattedrale a Padova, alle ore 16.30, il vescovo Claudio ordinerà due presbiteri: si tratta di un diacono del seminario vescovile – don Nicola Cauzzo – e di un diacono dell’ordine degli Eremiti camaldolesi di Monte Corona, don Antonio Benzoni.

Don Nicola Cauzzo sarà l’unico presbitero diocesano ordinato quest’anno. Originario della parrocchia dei Santi Felice e Fortunato di Limena (Pd), figlio unico, è nato il 28 maggio 1993. Il suo percorso vocazionale è iniziato in tenera età: già alle elementari l’intuizione di potersi donare al Signore. Hanno contribuito a chiarire la sua propensione il servizio come chierichetto, le attività in parrocchia e in seminario Minore, l’esperienza Scout, l’impegno in Azione cattolica e, infine, il gruppo vocazionale Davide. Diplomatosi al liceo scientifico Curiel, nel 2012 entra in seminario Maggiore e svolge i primi servizi nelle comunità di Bovolenta e di Mejaniga, nell’anno del diaconato ha prestato servizio nell’unità pastorale di Agna.

La sera prima dell’ordinazione, venerdì 1 giugno, alle ore 21, nella chiesa del Seminario si terrà una veglia di preghiera per le vocazioni e per l’ordinando presbitero.

Accanto a don Nicola sarà ordinato anche don Antonio Benzoni, eremita camaldolese al Monte Rua (Torreglia-Pd). Nato nel 1978 è originario di Asnago di Cermenate in provincia di Como. Ha emesso la professione solenne nella comunità monastica della Santissima Trinità di Dumenza (Varese) nel 2007 e successivamente, nel 2016, è passato all’ordine degli Eremiti camaldolesi di Monte Corona, all’eremo di Monte Rua, dove attualmente è maestro dei novizi.

 

CS 168/2018

Padova, 31 maggio 2018

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>